“Incidenti” in “C’era un dannato sole incandescente quel giorno” – Jolanda Freibush (2006)

Standard

‎”Ti lasciano schiantato a terra
quasi mai tornano indietro
a controllare
se per caso ci hai rimesso le budella.
Probabilmente
preferiscono pensare che
te ne sei rimasto intatto
nonostante il loro passaggio
che sei ancora lì
dietro le loro spalle
a farti picchiare duro dal sole
camminando
solo come uno scemo
ai bordi della statale.
A loro non interessa
quante miglia hai percorso
se eri riuscito a fare colazione quella mattina
se ti eri lavato i denti
se eri sicuro di aver chiuso bene il rubinetto
del gas
prima di partire.
Semplicemente non gli importa
che tu la notte prima abbia digerito bene,
se eri stanco,
con lo stomaco sottosopra
e l’alito marcio,
se avevi con te tutti i tuoi documenti
e mezzo chilo di felicità
di scorta
e un bottiglia per farti un goccetto
ogni tanto
alla faccia della malinconia.
Si ricordano di averti chiesto
“come stai?”
ma la verità è che per loro sei come
una scarpa vecchia
abbandonata sull’asfalto
sei l’ostacolo insignificante
nei chilometri di qualcun altro.
Almeno datti una mossa,
amico,
prova a farli finire fuori strada”.

“Incidenti” in “C’era un dannato sole incandescente quel giorno” – Jolanda Freibush (2006)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...